Su di me...

Sono nato a Fondi nel 1961, antico comune in provincia di Latina dalle forti origini contadine, in un territorio prolifico di natura e dall'impronta paesaggistica tipicamente mediterranea. Nella mia terra d'origine, inserita nel parco naturale regionale dei monti Aurunci, dei Monti Ausoni e del Lago di Fondi e che si affaccia anche sul mar Tirreno sono vissuto fino all'età di 10 anni, motivo per il quale la mia infanzia e parte dell’adolescenza, sono state fortemente influenzate dalla presenza di una natura rigogliosa e presente in quasi tutte le sue espressioni, ancora incontaminata e ricca di una peculiare flora  che in questa parte d'Italia la identifica in maniera inconfutabile. Fin dall'infanzia, grande influenza nella mia  predisposizione artistica, hanno avuto anche gli stili di vita e le  abitudini delle famiglie rurali dei primi anni 60, riconducibili  per costumi e usanze, alla Ciociaria del basso Lazio. Tutti Elementi questi, che nei miei versi godono di posizioni di assoluto privilegio e sono riconducibili a ricordi primordiali della mia esistenza.

In ambito musicale/artistico ho frequentato per svariati anni corsi di musica per lo studio del pianoforte ed altri strumenti musicali, sotto la direzione del maestro Ermenegildo Palermini,  componente del Coro principale dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia e di pittura, frequentando soprattutto i laboratori artigianali dei pittori d'arte per lo studio delle tecniche pittoriche esistenti e dei fondamenti principali riguardanti la pregiata disciplina.

Ma è nella poesia che ho individuato  la mia massima espressione creativa, accrescendo e coltivando in maniera costruttiva questa grande passione, attraverso corsi di   introduzione alla poesia contemporanea, di scrittura creativa su vari livelli e di narrazione, frequentando il "laboratorio di narrazione" di Paola Gaglianone.

Sono molto attivo anche in progetti a favore della diffusione e della conoscenza della poesia sotto varie forme, prima fra tutte quella della "Mappa della biblioteca sonora della poesia - Poetry Sound Library", nell'ambito della quale  sono ambasciatore della voce.
Sono impegnato inoltre, con collaborazioni di ogni ordine e grado, nelle attività di Associazioni di Promozione Sociale operanti sul territorio per la divulgazione e la promozione di attività artistico culturali in genere, e  quale redattore a favore di magazine di informazione, attraverso la pubblicazione periodica di articoli riguardanti letteratura e musica.

Pittore, musicista ed esperto di musica progressive Rock ma soprattutto scrittore,  ho  pubblicato
nel 2012 la mia prima silloge dal titolo “Poesie dal mio Diario” con Arduino Sacco Editore, volume nel quale ho racchiuso quasi trent'anni di poesie, le prime delle quali scritte in età adolescenziale. Un anno più tardi pubblico una nuova raccolta:“Il coraggio dei pensieri la timidezza della poesia” col medesimo editore. Pubblicazione quest'ultima, nella quale ho voluto inserire aforismi, massime e pensieri unendoli con la poesia, creando così, una sorta di botta e risposta tra la diretta esposizione del pensiero e la delicata riflessione che dà vita alla poesia.  Nel 2015, con la collana ARTeMUSE di David and Matthaus edizioni, ho dato vita a  “Segreti Svelati” , dove la peculiarità principale è rappresentata dall'uso rigoroso della "prima persona" e quindi dei miei personalissimi"segreti" da svelare attraverso la poesia. "Assoli" è la quarta raccolta che Le Mezzelane Edizioni mette in commercio nel 2016 ed è un vero e proprio inno alla natura, intesa soprattutto come una grande orchestra dove il poeta, con i suoi versi crea l'assolo. Segue “Vernice Damar”, della cui pubblicazione e produzione si è occupata la casa editrice  Ensemble Edizioni  nel 2019 e che fa un chiaro riferimento metaforico all'arte pittorica, richiamando a se la "Vernice Damar" appunto, come mera pregiata finitura della letteratura in generale. Infine " Triticum", un viaggio  lungo le tre principali fasi di un ciclo stagionale della coltivazione del grano. A ognuna di queste è affidato un tema incarnato attraverso la poesia.

Come si può notare dalle descrizioni dei miei libri, molte delle poesie inserite nelle raccolte sono dedicate alla natura, ma tante sono anche quelle introspettive, dove la ricerca nell'inconscio di sensazioni collegate ai vari sentimenti umani, si mescola alla consapevolezza di un esame obiettivo del mio essere, sprigionando così, una “genuina” analisi descrittiva degli stati d’animo presenti attraverso la scrittura.
 
Sono inserito in numerose antologie di poesia e di racconti, oltre che presente come autore di prefazioni in romanzi e racconti.


...e dicono di me


Si sente il profumo e il senso della terra coltivata dai nostri avi nei versi lucenti e sorprendenti di Vinicio Salvatore Di Crescenzo, che nella poesia esprime al massimo le sue grandi qualità interpretative e la sua speciale sensibilità umana.

                                                                          Gianni Maritati

Un poeta veramente bravo Vinicio! Fa vibrare l’animo del lettore, lo porta a sentire ciò che sente lui, a suonare le stesse corde del cuore e meravigliarsi con lo stesso stupore tanto da coinvolgerlo con leggerezza nelle osservazioni e riflessioni sulla natura multicolore e “lucida” come se fosse spennellata di Damar.

 Anna Rizzello

La scrittura di Vinicio Salvatore Di Crescenzo si nutre di simboli, sonorità, ritmo, semplicità. E' un'immersione pura nella natura, ossigeno per la mente e per l'anima. Di questi tempi, la poesia ha proprio bisogno di ripartire dalla Terra e dalle origini.

Michela Zanarella

Nella poesia descrive ciò che vede ed osserva  portandolo a  contatto con il suo cuore, tra le onde dei suoi sentimenti, tra la miriade delle sue sensazioni acuite dalla sua particolare sensibilità. 
I suoi versi vogliono perdersi nel creato e farne parte, diventare come le meraviglie che lo compongono.       

                        Rosa Greco

Passato, presente, ricordi, emozioni declinati in poesia. Racconta storie, belle storie, Vinicio Salvatore Di Crescenzo. E sa come farlo. Crea suggestioni, prende il lettore per mano e lo cattura, lo accompagna in un viaggio che parte dalla natura per arrivare all'anima, attraverso immagini e temi privati che diventano universali.

Carla Cucchiarelli